Converting 4.0

17.01.2020

BST eltromat e partner promuovono Converting 4.0

Il converting in bobina abbraccia i principi dell'Industria 4.0 e utiliza sempre più, in tempo reale, i dati di produzione per incrementare l'efflicienza dei processi. Questo spiega il grande interesse suscitato da Converting 4.0: il progetto che BST eltromat International ha presentato in collaborazione con i produttori di macchine durante una serie di eventi di fine 2019. "Avviementi più rapidi dei lavori, riduzione al minimo degli scarti, maggiore efficienza energetica e una produzione costante di alta qualià: abbiano dimostrato i benefici che derivano dall'integrazione dei nostri sistemi di controllo qualità in processi di produzione completamente digitalizzati e interconnessi", afferma Michael Dattner, responsabile Innovazione in BST eltromat, illustrando gli obietivi di Converting 4.0.

Demo live di integrazione
BST eltromat è un membro fondatore della rete Converting 4.0, avviata dalla Kampf Schneid- e Wickeltechnik GmbH (tecnologie di taglio e avvolgimento) alla fiera ICE 2017. Alla scorsa K 2019 le due aziende hanno mostrato i'interazione fra un sensore di linea e contrasto CLS PRO 600 di BST eltromat, una taglierina modello ConSlitter e la piattaforma integrata the @vanced di Kampf Schneid- e Wickeltechnik. Tale integrazione consente l'impostazione automatica del sensore e della stzione di taglio, effettuando senza intervento dell'operatore il posizionamento dell'albero porta-lame motorizzato. Grazie a questo approccio, i coltelli vengono posizionati in relazione al soggetto e alle forme di stampa. Il sensore, quindi, si sposta automaticamente sui contrasti preimpostati, fornendo così informazioni utili a ottimizzare il processo di taglio e ridurre i tempi di avviamento. Maik Krüger, Strategic Product Manager di Kampf Schneid- e Wickeltechnik, descrive i vantaggi in questi termini: L'allineamento automatico rispetto alle forme di stampa semplifica il processo di taglio e riduce notevolmente i tempi di avviamento. Inoltre, elimina le fonti di errore, prevenendo così la generazione di scarti". In fiera la dimostrazione ha mostrato il trasferimento dei dati di produzione relativi al taglio direttamente ai controlli macchina, tramite un sistema ERP, dando un saggio concreto dei benefici dell'approccio Convertgin 4.0.

Windmöller & Hölscher sull'efficienza di filiera
La quarta riunione dell'associazione Converting 4.0 si è svolta il 12 e 13 novembre scorso presso la sede di Windmöller & Hölscher, a Lengerich. L'evento, initiolato "Boosting Efficency across Value Chains", ha ospitato più di 100 visitatori e ha affrontato il tema dell'interazione dei dati di processo all'interno delle vari fasi produzzive. In questo contesto BST eltromat ha illustrato soluzioni e idee che implicano l'integrazione del controllo qualità nei processi pre e post stampa. L'azienda ha evidenziato come disporre di dati di qualità generi maggiore efficienza e sicurezza, oltre che maggiore comodità e sostenibilità, a condizione che le informazioni siano disponibili in forma sincronizzata. I membri della rete hanno potuto visualizzare i metodi di analisi presentati, per esempio l'uso dell'intelligenza artificiale per la classificazione dei difetti. Insieme hanno poi sviluppato dimotrazioni di come generare un maggiore valore aggiunto facendo ricorso a ulteriori dati sul processo e i mageriali. "Spesso le aziende hanno già accesso a dati "Altamente rilevanti" ma non riescono a usarli perché non hanno ancora implementato le interfacce disponibili e gli scambi necessari", spiega Dattner. "È stata molto interssante l'approfondita discussione sulle soluzioni cloud per l'archiviazone dei dati e il cloud computing, nata presso il nostro stand all'evento W&H. Inoltre, l'intervento del dottor Christoph Legas, della nostra affiliata Hekuma, ha argomentato a favore di una possibile prospettiva di "piattaforma indipendente"", aggiunge il manager che ha molto apprezzato l'intenso lavoro e l'atmosfera positiva e collaborativa della riunione, e in particolare l'opportunità di scambi diretti con ogni partecipante all'evento.

Il forum VDMA sulle plastiche alternative
Durante il Forum sull'Economia Circolare organizzato alla K di Düsseldorf dai costruttori di macchine tedeschi (VDMA), Dattner ha mostrato come i processi integrati Converting 4.0 supportino la produzione di materiali plastici innovativi per l'imballaggio riciclabile o biodegradabile. "I nuovi materiali devono offrire la stessa qualità e funzionalità delle plastiche tradizionali usate per la creazione di imballaggio. Le loro proprietà , però, sono diverse e impongono l'adozione di nuovi requisiti di controllo sui sistemi guida nastro o per l'ispezione superficiale e di stampa. In BST sodisfiamo questi requisiti con i nostri sistemi guidanastro, sensori e sistemi di ispezione - ha dichiarato Dattner nella sua presentazione "Garanzia di qualità su misura per prodotti con materiali riciclati" - e anche in questo caso, Converting 4.0 ottimizza i processi". Anne-Laureen Lauven, responsabile marekting BST eltromat, commenta: "L#automazione e l'integrazione dei processi sono state per decenni tra le competenze fondamentali della nostra azienda". L'industria della plastica in bobina - sottolinea la marketer - attualmente rappresenta uno dei settori in ciu le nostre competenza e capacità di integrazione dei processi vengono più apprezzate dai clienti.

  • Download the whole press release and images here: Download